NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Privacy e Termini Cookies di Botteghe Storiche Roma

 

Informazioni Generale

In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Si tratta di un'informativa che è resa anche ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003 - Codice in materia di protezione dei dati personali a coloro che interagiscono con i servizi web offerti da questo sito per la protezione dei dati personali, accessibili per via telematica a partire dall'indirizzo: http://www.botteghestoricheroma.com/ corrispondente alla pagina iniziale del sito ufficiale di "Botteghe Storiche Roma".

Che cosa è un cookies?

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.I cookie vengono utilizzati per vari scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze per SafeSearch, per rendere più pertinenti gli annunci che visualizzi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

Perchè utilizzare i cookies?

I cookies vengono utilizzati dal sito per conservare la vostra sessione, come voi vi muovete nel sito, mantenendo traccia dei dettagli della vostra prenotazione e se siete entrati nel sistema con una determinata procedura. Essi sono utilizzati per visualizzare elementi rilevanti nella tua navigazione. I cookies analitici, dei nostri partners Google ed Adobe, ci permettono di tracciare l’interazione del cliente con il sito. Ciò ci permette di avere un prezioso strumento per migliorare il sito, i prodotti ed i servizi che offriamo.

Cookies chiusi e cancellati

Tutti i web browsers vi permettono di limitare l’attività dei cookies o disattivare i cookies tramite le opzioni del browser. Le azioni da adottare sono differenti per ogni browser. Voi potete trovare le istruzioni sotto il menu help del vostro browser. Attraverso il vostro browser potete anche visualizzare i cookies che si trovano sul vostro computer, cancellarne alcuni oppure eliminarli tutti.I cookies sono semplicemente files di testo, pertanto potete semplicemente aprirli e leggerne il contenuto. Il dato contenuto in essi è spesso criptato oppure ha una chiave numerica corrispondente ad una sessione web, cosicchè essi spesso non hanno senso se non per il sito web che lo ha scritto.

Se disattivate i cookies, il sito Botteghe Storiche Roma potrebbe non essere in grado di attivare alcune funzionalità necessarie per creare una prenotazione o non saresti in grado di lasciare un commento sulla nostra bacheca. Disabilitando i cookies viene anche inattivato il monitoraggio del vostro avanzamento nel sito, ma non verrà bloccato il codice analitico dal riconoscimento della vostra visita.

Gestione dei cookies e dei dati dei siti

Clicca per la gestione dei cookies e dei dati su Google Chrome

Clicca per la gestione dei cookies e dei dati su Firefox mozilla

Clicca per la Gestione dei cookies e dei dati su Internet Explorer

Blog

Blog (43)

Importante e preoccupante l'indagine di Agorà, trasmissione di Rai 3, sul degrado del commercio al centro storico di Roma. Il servizio, a cura di Filippo Amisano, ha sottolineato che "mentre Firenze vara un piano anti liberalizzazioni nell'area Unesco, per cui in centro non potranno aprire nuovi negozietti "venditutto", a Roma è boom al contrario". Infatti "sono per lo più minimarket che vendono qualunque cosa - alcol compreso - a qualsiasi ora. Una vera e propria invasione: avanzano ovunque, in alcuni quartieri della capitale ce ne sono uno ogni sette otto, abitanti. Una moltiplicazione sorprendente anche perché per aprire queste attività basta una semplice dichiarazione al Campidoglio. A Testaccio, Borgo, Trevi ed anche Prati è un assedio di negozietti gestiti per lo più da bengalesi. Le insegne bianche e rosse sfrattano a volte botteghe, bar di quartiere e trasfigurano il centro storico. Filippo Amisano ci racconta questo giro d'affari enorme dalla clientela assicurata".


Ci sono le macchine, c’è la disponibilità all'acquisto di colonnine di ricarica, ma c'è soprattutto l'emergenza di affrontare un problema grande nel Tridente, quello del trasporto merci presso le botteghe artigiane.

Appena si entra è come fare un tuffo nel passato, gli arredi piacevoli ed eleganti riempiono gli occhi, poi una signora si avvicina e ti aiuta a togliere la giacca come accadeva in quel dì. In un attimo si viene avvolti da un calore umano che difficilmente si trova nelle catene di montaggio chiamate “business food”. 

Una grande passione che ha ereditato dal papà e prima ancora dal nonno e che le permette di rimanere in cima in questi momenti tutt'altro che facili. La sua bottega orafa di famiglia si trova ormai da diversi anni in Via dei Banchi Vecchi 60, a due passi da Piazza Farnese e Campo dei Fiori; il suo nome è Cristiana Perali ed è la proprietaria della gioielleria/laboratorio orafo. L'attività nasce nel 1907 ed è una delle più antiche gioiellerie ancora rimaste sul territorio.

Da Trevi al Pantheon le foto dell’associazione documentano il degrado Così le insegne dell’800 scompaiono e le bancarelle oscurano le piazze
Se ogni bottega storica che chiude nel centro di Roma è un grido di dolore, ancora di più lo è vedere cosa nasce al suo posto e quanto poco rispetto ci sia rimasto per la storia di questa città.

“Sono nato dentro una scatola di scarpe, fino al nono mese mia madre saliva sulla scala con me...” Questa la testimonianza di un uomo che ha, insieme a tutta la sua famiglia, dedicato la vita a far crescere sempre di più e a 360 gradi la sua Bottega, fino a renderla un must per i clienti. Il suo nome è Guido Consorti ed è il proprietario di 'Farinacci Calzatue' sito in Piazza Annibaliano 16.

L'Associazione Botteghe Storiche di Roma ha dato vita a un grande evento che si è tenuto in zona Piazza Fiume mercoledì 17 dicembre 2014, allo scopo di celebrare il Natale e parlare dell'impegno profuso nel lavorare per le botteghe storiche.

Non sai cosa regalare a Natale? L'Associazione Botteghe Storiche di Roma e Mirabilia Italia hanno una fantastica idea per te con l'iniziativa TI Regaliamo Roma ” .


Interno enoteca SemidivinoSemidivno è un locale che fino al 2005 era gestito da due somelier di altissimo livello che lo hanno portato a essere uno dei più rinomati della zona e che a oggi, nonostante un breve periodo di chiusura, vanta, grazie al duro lavoro dei nuovi titolari, clienti fideilizzati e un gran numero di recensioni positive da parte degli esperti di settore grazie alla qualità dei suoi prodotti.

(OMNIROMA) Roma, 08 DIC - "Una passeggiata tra le botteghe artigiane del centro storico, da via dell’Orso, attraversando via dei Coronari, fino alla Piazza dell’Orologio dove è stato ripristinato lo storico orologio.

Fondato nel 1955, Kent è specializzato in abbigliamento ed accessori uomo e donna, con servizio di sartoria su misura per la realizzazione di abiti e camicie personalizzate. Dedizione e costanza hanno permesso la trasformazione di un piccolo negozio di 30 mq in una vera e propria Boutique di 300 che vanta clienti fidelizzati e qualità riconosciuta. Di recente l'Associazione ha avuto il piacere di intervistare Giulio Anticoli, il titolare dell'attività commerciale sita in viale Somalia 119.

(OMNIROMA) Roma, 25 LUG - "Tra i punti di forza della legge sul commercio, secondo Cna di Roma, la definizione dei criteri per l’apertura di nuove medie e grandi strutture commerciali e relativo adeguamento degli strumenti urbanistici comunali; la semplificazione amministrativa; la valorizzazione delle attività commerciali di prossimità (reti di impresa territoriali); la valorizzazione e il riconoscimento dei mercati storici; la valorizzazione delle botteghe storiche

È solo questioni di mesi, in qualche caso di poche settimane, ma ben altre quindici botteghe storiche della Capitale tireranno giù per sempre le saracinesche. Ne sono rimaste 198.

Martedì 15 Luglio alle ore 9,30 presso il Caffè Della Pace, sfileranno in una suggestiva mostra fotografica le Botteghe Storiche di Roma che per vari motivi rischiano la chiusura, non per effetti legati alla crisi, ma per un’inospitalità territoriale che rischia di privare Roma di validi imprenditori ed artigiani, nonché di un patrimonio architettonico dal valore inestimabile.

La gelateria romana Fassi passa ai coreani. La storica casa, che da oltre un secolo sorge nel quartiere dell'Esquilino, celebrata anche nel film Vacanze romane, è stata rilevata dalla società coreana Haitai Confectionery and Foods Co.

Uno strumento per togliere i camion bar dalle aree di pregio, ma anche per salvaguardare le botteghe storiche, contrastare l'abusivismo, semplificare la burocrazia, rilanciare i mercati rionali, mettere punti di pronto soccorso nei centri commerciali (per evitare nuove tragedie come il bimbo morto soffocato ad Ikea), innovare il settore grazie ai fondi europei. 

Di Matteo de’ Paoli – Se vi andate a prendere un drink dalle parti di Piazza Navona, più precisamente a Pizza del Fico – Piazza della Pace, non potete non vedere quel manifesto che campeggia fuori dal Caffè della Pace da mesi. E’ un invito a firmare una petizione per salvare uno dei locali storici che da molte decadi è un punto di riferimento dei giovani romani.

Un giro in bicicletta tra botteghe artigiane, pasticcerie e forni simbolo della tradizione gastronomica romana e siti d’alto valore artistico e culturale. Incontri Sanpellegrino propone il tour per scoprire i luoghi emblema del Made in Italy di Roma.

Associazione Botteghe Storiche Roma
Associazione Botteghe Storiche Roma
Icon Botteghe
Storiche di Roma
Icon Informazione
7 su 7
Icon Tutte
le news
Icon Sempre
aggiornati
Associazione Botteghe Storiche Roma