Print this page
Lunedì, 30 Marzo 2015 20:07

Caos merci nella ztl Serve il van sharing

Written by 
Rate this item
(1 Vote)

Ci sono le macchine, c’è la disponibilità all'acquisto di colonnine di ricarica, ma c'è soprattutto l'emergenza di affrontare un problema grande nel Tridente, quello del trasporto merci presso le botteghe artigiane.

Giulio Anticoli, presidente di Botteghe Storiche Cna lancia l'allarme: «Da quando è stata introdotta la ztl nel Tridentino le botteghe artigiane hanno grossi problemi a farsi trasportare la merce, da qui è nata l'idea del van sharing, un servizio simile al car sharing che il Comune già ha con macchine private offerte dalla Nissan ad impatto zero per l'ambiente». Facile si dirà, se non fosse che da alcuni mesi il progetto giace nei cassetti del Campidoglio senza che nessuno si faccia avanti per definirlo. Forse per un problema di fondi? «La Nissan metterebbe a disposizione le macchine – continua Anticoli – e si accollerebbe anche il costo delle colonnine di ricarica. Resta da definire chi si fa carico della spesa, seppur minima, delle auto, intorno a 500 euro a macchina, che sarebbe comunque ampiamente ricoperta degli incassi del noleggio». Cinquecento euro, dunque, a fronte di auto che girerebbero in centro senza inquinare e, soprattutto, risolvendo il problema degli artigiani e non solo. Perché il servizio potrebbe essere esteso a chiunque. «Penso ad esempio a chi, oggi, ha necessità di un intervento idraulico o di altra natura nella zona del Tridente – incalza Anticoli - e non può usufruirne per problema di orari di accesso o di costi dei permessi di ingresso in centro che sono altissimi, oppure chi ha bisogno di fare un piccolo trasloco e non sa a chi rivolgersi». Il presidente di Botteghe Storiche ha chiamato in causa il Comune anche per la questione aree di sosta delle auto elettriche, una area sarebbe già stata ipotizzata ed è quella del parcheggio dello stadio Flaminio. Ma se gli artigiani chiamano, il Campidoglio non risponde. «Quando ho presentato l'idea mi hanno detto tutti che era molto interessante, una soluzione ideale per risolvere una questione che sta cara agli artigiani e che potrebbe in qualche modo dare una boccata d'ossigeno ad un comparto in crisi. Fatto sta, sto ancora aspettando di essere richiamato», ancora Anticoli.

Damiana Verucci

Il Tempo.it


 

Read 3408 times Last modified on Lunedì, 30 Marzo 2015 20:25

Related items

Login to post comments