NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Privacy e Termini Cookies di Botteghe Storiche Roma

 

Informazioni Generale

In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Si tratta di un'informativa che è resa anche ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003 - Codice in materia di protezione dei dati personali a coloro che interagiscono con i servizi web offerti da questo sito per la protezione dei dati personali, accessibili per via telematica a partire dall'indirizzo: http://www.botteghestoricheroma.com/ corrispondente alla pagina iniziale del sito ufficiale di "Botteghe Storiche Roma".

Che cosa è un cookies?

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.I cookie vengono utilizzati per vari scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze per SafeSearch, per rendere più pertinenti gli annunci che visualizzi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

Perchè utilizzare i cookies?

I cookies vengono utilizzati dal sito per conservare la vostra sessione, come voi vi muovete nel sito, mantenendo traccia dei dettagli della vostra prenotazione e se siete entrati nel sistema con una determinata procedura. Essi sono utilizzati per visualizzare elementi rilevanti nella tua navigazione. I cookies analitici, dei nostri partners Google ed Adobe, ci permettono di tracciare l’interazione del cliente con il sito. Ciò ci permette di avere un prezioso strumento per migliorare il sito, i prodotti ed i servizi che offriamo.

Cookies chiusi e cancellati

Tutti i web browsers vi permettono di limitare l’attività dei cookies o disattivare i cookies tramite le opzioni del browser. Le azioni da adottare sono differenti per ogni browser. Voi potete trovare le istruzioni sotto il menu help del vostro browser. Attraverso il vostro browser potete anche visualizzare i cookies che si trovano sul vostro computer, cancellarne alcuni oppure eliminarli tutti.I cookies sono semplicemente files di testo, pertanto potete semplicemente aprirli e leggerne il contenuto. Il dato contenuto in essi è spesso criptato oppure ha una chiave numerica corrispondente ad una sessione web, cosicchè essi spesso non hanno senso se non per il sito web che lo ha scritto.

Se disattivate i cookies, il sito Botteghe Storiche Roma potrebbe non essere in grado di attivare alcune funzionalità necessarie per creare una prenotazione o non saresti in grado di lasciare un commento sulla nostra bacheca. Disabilitando i cookies viene anche inattivato il monitoraggio del vostro avanzamento nel sito, ma non verrà bloccato il codice analitico dal riconoscimento della vostra visita.

Gestione dei cookies e dei dati dei siti

Clicca per la gestione dei cookies e dei dati su Google Chrome

Clicca per la gestione dei cookies e dei dati su Firefox mozilla

Clicca per la Gestione dei cookies e dei dati su Internet Explorer

Sabato, 20 Luglio 2013 00:00

SALVIAMO ROMA - Di Giulio Anticoli

Written by 
Rate this item
(0 votes)

L’associazione Botteghe Storiche di Roma, nella persona del suo legale rappresentante Giulio Anticoli, si fa promotrice di una campagna di sensibilizzazione , partendo dalla minaccia d’imminente chiusura di Botteghe Storiche che racchiudono la cultura la storia e costumi di Roma.

 

L a camiceria Bazzocchi , l’Antico Caffè della Pace e Cascianelli, sono solo gli ultimi tre “ Musei” che rischiano di sparire per sempre dalle vie che per oltre 100 anni li hanno ospitati e che con il loro lavoro hanno contribuito ha rendere importanti, andando ad arricchirela triste lista di cui di recente sono entrate a far parte la Libreria Croce, Amore e Psiche, Rizza, Piferi, Viganò e tante altre.
La perdita emorragica di una parte così importante del patrimonio cittadino, ci lascia immaginare tra pochissimi anni quale sarà la trasformazione del nostro centro storico e non solo.
Il quartiere Esquilino, il colle più alto ed esteso dell’Urbe ne è una più che tangibile testimonianza, di quello che era il centro spose più importante d’Italia e oggi è un quartiere con immobili che hanno visto decimare il loro valore commerciale, a causa della perdita delle botteghe che ne facevano un quartiere di lusso.
Siamo decisamente in ritardo ma ancora in tempo, per salvare, dal rischio di perdita d’identità, gli angoli più rappresentativi di Roma.
Dobbiamo iniziare a difendere e valorizzare le Botteghe Storiche e gli antichi mestieri, per proseguire con i negozi di vicinato, protagonisti indispensabili dei nostri quartieri e dell’economia cittadina.
Fatti salvi i diritti delle proprietà a gestire i loro locali nella piena libertà che la legge consente, chiediamo alle stesse di non sottovalutare quanto i valore dei loro immobili dipenda dalla qualità delle attività commerciali che le popolano, ( vedi, via dei Condotti, piazza san Lorenzo in Lucinia,via del Babbiuno via Cola di Rienzo ecc.) e a tutte le parti politiche ed istituzionali, alle Confederazioni, alle Associazioni di categoria e non, ai residenti, agli uomini e donne facenti parte del mondo della cultura e dello spettacolo e non ultimi alla Santa Sede e al Presidente della Repubblica, di sottoscrivere questo documento, quale testimonianza della volontà inequivocabile a difendere i salotti naturali di quella che deve tornare ad essere la “Caput mundi”, al fine di non vedere trasformare i nostri monumenti in cattedrali nel deserto, collocati in contesti di dilagante degrado e desertificazione, trasformandoli in costruzioni di carta pesta senza più valore.
La sfida che lanciamo, è quella di portare Roma in pochissimi anni a diventare la PRIMA CAPITALE EUROPEA, tornando a ricoprire quel ruolo che fisiologicamente le spetta.
Affinché le vendita ai gruppi esteri di Brioni, Bulgari, Cova ecc., non diventino un esempio da seguire per le Botteghe Storiche d’Italia, confido nella vostra autorevole sottoscrizione.
Giulio Anticoli

Read 7191 times Last modified on Sabato, 26 Luglio 2014 11:58
Login to post comments
Associazione Botteghe Storiche Roma
Associazione Botteghe Storiche Roma
Icon Botteghe
Storiche di Roma
Icon Informazione
7 su 7
Icon Tutte
le news
Icon Sempre
aggiornati
Associazione Botteghe Storiche Roma